Affitti cedolare secca: come funziona? - Guesthero

Affitti cedolare secca: la cedolare secca è un regime opzionale che viene applicato ai canoni di locazione. Dal 2017 l’opzione della cedolare secca è applicabile anche al reddito prodotto dagli affitti a breve termine. Scopri la normativa e in cosa consiste la tassazione affitti con Guesthero.

Affitti cedolare secca

Secondo la normativa quando si parla di cedolare secca si intende “un regime opzionale per i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo effettuati tra persone fisiche che non agiscono nell’esercizio di un’attività d’impresa o professionale”. Vediamo nello specifico le modalità di applicazione.

Cosa significa cedolare secca

Il regime della cedolare secca è un regime fiscale sostitutivo che, in quanto tale, prevede il pagamento di un’imposta che va a sostituire Irpef e addizionali per il reddito derivante dalla locazione dell’immobile. Inoltre è prevista  l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo per registrazioni, risoluzioni e proroghe del contratto.

L’aliquota è pari al 21% del canone di locazione annuo stabilito dalle parti, ad eccezione dei contratti a canone concordato (definito da accordi locali) per cui è prevista un’aliquota del 15%. La stessa aliquota è prevista anche per i contratti di locazione stipulati nei comuni per i quali è stato deliberato, nei 5 anni precedenti la data di entrata in vigore della legge di conversione del Dl n. 47/2014 (28 maggio 2014), lo stato di emergenza a seguito del verificarsi di eventi calamitosi.

Chi paga la cedolare secca

Il regime della cedolare secca può essere scelto dai proprietari (o titolari di un diritto reale di godimento) che affittano un immobile ad uso abitativo. Sia il proprietario che l’inquilino devono agire in qualità di persone fisiche, cioè non nell’esercizio di attività di impresa o di arti e professioni.

Leggi anche:  Affitti breve termine: cosa fare se l'affittuario non si presenta

Se l’appartamento in locazione ha più proprietari, ciascun locatore può scegliere autonomamente la cedolare senza influenzare gli altri. Il regime della cedolare si applica anche alle eventuali pertinenze affittate insieme all’abitazione (box, cantina).

Tassazione affitti brevi

Quando si parla di affitti a breve termine si intendono le locazioni con durata inferiore ai 30 giorni. Questa tipologia di affitto non è soggetta all’obbligo di registrazione del contratto e promette importanti vantaggi ai proprietari che decidono di utilizzarla.

Si tratta di locazioni caratterizzate da flessibilità e sicurezza; prima di tutto è ridotto al minimo il rischio di morosità perché il pagamento del canone avviene in anticipo. Inoltre è possibile produrre reddito in più attraverso l’affitto rimanendo però di fatto in possesso del proprio appartamento.

Dal 2017 il regime della cedolare secca è applicabile anche agli affitti a breve termine.

Cedolare secca normativa

La legge n. 96 del 2017  ha previsto in primo luogo l’applicazione della cedolare secca anche alla formula dell’affitto breve.

In secondo luogo, la normativa prevede che quando la stipula del contratto di locazione avviene mediante soggetti che hanno il ruolo di intermediari immobiliari, compresi i portali online come Airbnb e Booking, è prevista una ritenuta del 21% sul canone di locazione. Va precisato però che tale ipotesi si concretizza soltanto se essi intervengono anche al momento del pagamento, cioè quando bisogna riscuotere il canone previsto nel contratto di affitto.

Cedolare secca intermediari

Come funziona la cedolare secca? La cosiddetta tassa Airbnb prevede il rispetto di una serie di obblighi. Questi valgono anche per gli intermediari immobiliari, cioè coloro che intervengono tra proprietario e ospite, mettendoli in contatto per la stipula del contratto, anche attraverso portali telematici come Airbnb. Infatti, questi ultimi sono tenuti a:

  • Comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai contratto di locazione stipulati;
  • Versare la ritenuta del 21% sul totale e certificare l’avvenuto versamento.
Leggi anche:  Concerto Radio Italia 2018: affitta il tuo appartamento a Milano

Se possiedi un appartamento sfitto o inutilizzato che desideri affittare tramite la formula degli affitti brevi rivolgiti agli esperti di Guesthero!

Richiedi un consiglio di Guesthero

Siamo una società specializzata nella gestione di affitti a breve termine e, con il nostro expertise nel settore, siamo riusciti a garantire ai nostri clienti un rendimento mediamente maggiore del 50% rispetto agli affitti classici.

Tra i nostri servizi un pacchetto di gestione standard e un pacchetto di gestione all inclusive;

Pacchetto standard

Il pacchetto di gestione standard si riferisce alla gestione online dell’appartamento in affitto breve e comprende i seguenti servizi:

  • Creazione annunci su Airbnb e Booking
  • Gestione prenotazioni e pagamenti
  • Messaggistica con l’ospite
  • Gestione recensioni

Pacchetto all-inclusive

Oltre ai servizi del pacchetto standard, nel pacchetto all-inclusive sono compresi:

Valutazione dell’immobile

Per cominciare ad affittare casa con la formula degli affitti brevi è opportuno fare una valutazione dell’immobile da un esperto, il quale verificherà la funzionalità della casa e fornirà una consulenza. Contattaci per una valutazione del tuo immobile.

Comments are closed.