Risparmio affitti brevi: quanto si risparmia come affittuario free web hit counter

Risparmio affitti brevi, quanto si risparmia come affittuario

Risparmi affitti brevi – Sei un affittuario? scopri qual è il risparmio affitti brevi, nuovo trend di affitti in Italia e nel mondo.

Risparmio affitti brevi: perché convengono?

Con questa nuova modalità di affitti, l’affittuario può guadagnare quasi il 50% in più rispetto alla modalità tradizionale di affitti, costituita da 4 anni + 4. Oltre al risparmio ci sono altri vantaggi che caratterizzano gli affitti brevi e sono:

  • nessun rischio morosità perchè i pagamenti sono anticipati
  • flessibilità, il proprietario può tornare in possesso dell’appartamento in qualsiasi momento
  • agevolazioni fiscali con cedolare secca

Chi può iniziare attività affitto breve?

Il contratto di affitto breve può essere stipulato da persone fisiche al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa. Gli immobili che possono essere oggetto di questo contratto devono rientrare nelle categorie catastali A1 ad A11 esclusa A10.

Possono stipulare il contratto di locazione turistica anche gli intermediari, i quali hanno l’obbligo di comunicare i dati dei contratti chiusi tramite il loro contributo.
[n1related i=”0″]

Ecco quanto può risparmiare l’affittuario

Quando, per motivi personali, economici o professionali, si ha la necessità o la voglia di cercare una casa in affitto, si pone l’annoso problema della tipologia di contratto cui optare.

Qual è, in particolare, la tipologia di contratto più vantaggiosa per un affittuario, cosa sono gli affitti brevi e quanto si risparmia come affittuario se si decide di scegliere questo tipo di contratti?

Leggi anche:  Gestione Airbnb Roma

Risparmiare scegliendo gli affitti brevi

Se si ha bisogno di affittare una casa solo per brevi periodi, da tre giorni sino ad una massimo di un anno, allora si può optare per il contratto cosiddetto per ‘finalità turisticheo per il “contratto transitorio”.

Va ricordato che, qualora il periodo di affitto sia superiore ai 30 giorni, il locatore e l’affittuario dovranno comunque registrare il contratto al Sindaco o alle autorità di Pubblica Sicurezza, mediante compilazione del “modulo di cessione” di fabbricato. Le spese di registrazione saranno spartite a metà tra locatore e conduttore.

Ovviamente, le spese di registrazione per gli affitti brevi sono inferiori rispetto a quelle degli affitti tradizionali. L’affittuario risparmia anche sul deposito cauzionale, ossia sulla somma di denaro che il proprietario chiede ad inizio dell’affitto come garanzia di eventuali danni o morosità.

Negli affitti tradizionali, il deposito cauzionale può arrivare a tre mensilità anticipate, mentre, per gli affitti brevi, può essere fino al 30% del valore dell’affitto. Negli affitti brevi l’affittuario risparmia anche sulle spese condominiali, di manutenzione ordinaria, di riscaldamento etc. che in genere vengono calcolate a forfait nella tariffa di locazione.

Gestione appartamenti in affitto breve

Sei un proprietario di casa che vuole mettere in affitto il proprio appartamento? Se non puoi occuparti personalmente di tutte le attività relative a una gestione rivolgiti a un’ agenzia affitti brevi, si tratta di società specializzate nella gestione di appartamenti e soprattutto della gestione Airbnb, uno dei principali portali attraverso cui ogni hanno passano 15 milioni di prenotazioni.

Servizi Guesthero

  • creazione dell’annuncio online
  • ottimizzazione del profilo
  • gestione delle prenotazioni
  • selezione dell’ospite
  • check-in e check-out
  • fornitura biancheria bagno e camera e pulizia
  • manutenzione e infine comodi pacchetti assicurativi per garantirvi la massima comodità e sicurezza
Leggi anche:  Affitti brevi per famiglia milano: quanto costa

Contattaci

Per una valutazione del tuo immobile, contattaci e scopri il risparmio affitti brevi.

Comments are closed.