Affitti brevi, nuovo emendamento per chi affitta più di tre case - Guesthero

Affitti brevi, nuovo emendamento per chi affitta più di tre case

Novità sul fronte affitti brevi e cedolare secca. E’ stato infatti votato un emendamento al DL 104/2020 promulgato in Agosto, che prevederà un nuovo regime fiscale per gli affitti brevi. Questo emendamento ha preso il nome di “emendamento salva centri storici”

Più nel dettaglio, il particolare di maggior rilievo riguarda la cedolare secca. Dal 2021 infatti verrà limitata la possibilità di applicare la cedolare secca al 21 percento ad un numero di abitazioni pari a 3. Superato tale numero infatti, il locatore verrà automaticamente considerato esercente d’impresa.

Affitti brevi: le parole del ministro per i beni culturali

 “Reputo positiva l’approvazione in commissione al Senato della norma che riporta i B&B allo spirito per cui sono nati, cioè ospitare le persone offrendo l’esperienza di vivere in una casa italiana”. Queste le parole di Dario Franceschini, ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo. “Gli affitti brevi – ha aggiunto Franceschini – hanno portato nel nostro Paese un tipo di turismo molto interessante, a cui l’Italia, oggi, non può certo rinunciare. La norma approvata ieri sera garantisce una concorrenza leale sia con gli alberghi che con gli affittuari, anche per evitare che i centri storici si svuotino dei loro abitanti. Con il limite dei 4 appartamenti i vantaggi della normativa fiscale prevista per i B&B si applicheranno soltanto a chi affitta effettivamente le proprie case e non più alle imprese mascherate.”

L’emendamento risulta pertanto indirizzato ad intercettare le imprese, e non toccherà chi invece affitta la sua abitazione. Il fine è evidente: negli ultimi anni si è assistito ad uno spopolamento sempre in crescita dei centri storici di città e borghi italiani, e si vuole mirare a minimizzare gli effetti potenzialmente negativi che ciò può avere sul carovita e sugli affitti a medio-lungo termine.

Leggi anche:  Casa vacanze irregolare: cosa rischia chi affitta in nero

Affitti brevi e cedolare secca: vederci più chiaro

Per affitti brevi si intendono gli affitti stipulati con il contratto di locazione breve. Tale contratto prevede la locazione di un immobile ad uso abitativo, per un periodo non superiore ai 30 giorni. Il contratto deve essere poi stipulato tra persone fisiche, e perciò (cosa che più ci interessa) rimanere fuori dall’esercizio di attività di impresa.

Agli affitti brevi si applica un apposito regime di tassazione, quello della cedolare secca. La cedolare secca è pari al 21% dell’affitto, e attraverso il suo pagamento, si è esenti dal pagamento di Irpef, Imposta di bollo e Imposta di registro.

Inoltre, l’articolo 4 del DL 50/2017 prevede l’obbligo di ritenuta del 21% a carico di aziende che esercitano attività di intermediazione immobiliare o aziende che gestiscono portali telematici di intermediazione (come Airbnb o Booking). Tali aziende agiscono in tal caso da sostituti d’imposta.

Qualora durante la dichiarazione dei redditi il beneficiario non opti per l’applicazione del suddetto regime, si effettua la ritenuta del 21% a titolo di acconto.

Emendamento salva centri storici

Secondo il nuovo emendamento, dunque, chi possiede più di 3 immobili destinati all’affitto non può essere considerato un privato. Agli occhi della legge si presume perciò che eserciti attività di impresa e non sarà possibile applicare il regime della cedolare secca.

La ragione sottostante è quella di tutelare locatari, albergatori e strutture ricettive organizzate da quella che era stata negli ultimi anni una corsa all’affitto. Durante il coronavirus le strutture soni state ulteriormente danneggiate per assenza di spostamenti, e con questo emendamento si vogliono evitare perdite ulteriori.

Leggi anche:  Tassazione affitti brevi: adempimenti

Guesthero

Se possiedi fino a tre case e vuoi affittarle mediante la formula dell’affitto breve, potresti avere bisogno di un’azienda che le gestisce per te. Noi di Guesthero, azienda di property

affitti brevi

affitti brevi nuovo emendamento come funziona

management, ci occupiamo proprio di questo. Guesthero è attiva nelle principali città italiane ma anche in zone turistiche marittime (Liguria e Sardegna ad esempio) e montane (Via Lattea in Val d’Aosta).

Ci prenderemo cura di tutti gli aspetti relativi al tuo affitto, sia pratici (pubblicazione dell’annuncio, pulizia dell’immobile) che burocratici.

Che cosa aspetti? Contattaci per saperne di più.