Affittare casa a studenti universitari: tutto quello che bisogna sapere - Guesthero

Affittare a studenti fuori-sede rappresenta spesso una fonte di guadagno sicura per chi possiede una seconda casa sfitta e non ha il tempo o l’expertise necessario per optare per gli affitti a breve termine. Affittare casa a studenti non è però un lavoro facile, e presenta delle potenziali insidie. Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere su affittare a studenti universitari.

Come affittare casa a studenti

Prima di affittare il proprio appartamento a studenti, è bene prendere alcune precauzioni. Dato che gli studenti potrebbero rivelarsi rumorosi, dovresti conoscere il vicinato, e verificare, nei limiti del possibile, che i nuovi inquilini non causeranno troppo disturbo a chi abita nel quartiere. Inoltre, dato che potrebbero ritardare nei pagamenti delle bollette e rompere degli oggetti all’interno dell’abitazione, è necessario chiedere una caparra di una o, ancora meglio, due mensilità. Questo per coprire eventuali perdite, danni o morosità degli inquilini.

Infine, arreda al meglio le stanze, ma possibilmente non con mobilia di troppo valore, o a cui tieni particolarmente.

Affittare casa a studenti contratto

Gli affitti studenti prevedono una legislazione apposita in materia di contratto. Il contratto che si applica a questo genere di affitto è il contratto di locazione transitorio per studenti. La durata di tale contratto può variare da un minimo di sei ad un massimo di diciotto mesi. Al contrario del normale contratto transitorio, il cui minimo è ridotto ad un mese, mentre il massimo rimane invariato. Questo tipo di contratto risulta ideale per chi non vuole o non può rivolgersi all’affitto a breve termine per mettere a rendita il proprio appartamento. Ma non si fida nemmeno di stipulare un contratto a lungo termine (come il 4+4) per evitare di vincolarsi eccessivamente al locatario scelto.

Leggi anche:  Comprare casa per affittarla a studenti: consigli

Cause di recesso dal contratto transitorio

Alla prima scadenza il contratto viene rinnovato, sempre che l’inquilino non presenti la disdetta, con un anticipo obbligatorio di tre mesi prima della data di scadenza. I motivi del recesso, da parte del locatario, debbono tuttavia essere gravi e comunicati tempestivamente.

Il locatore non gode invece delle stesse tutele del locatario in materia di recesso. Questo deve essere dato con un preavviso di 6 mesi, e può avvenire solo nelle circostanze elencate di seguito:

  • il locatore deve usare la stanza, o deve darla gratuitamente ad un suo parente
  • il conduttore dispone di un altro alloggio nello stesso comune
  • lo stabile ha problemi strutturali gravi, risolvibili solo mediante l’assenza del locatario
  • il locatario è spesso e per lunghi periodi assente senza un valido motivo

Affittare casa a studenti guadagno

Il guadagno ottenibile dall’affittare casa a studenti è ovviamente variabile. Dipenderà infatti da una serie di variabili difficilmente racchiudibili in un minimo comun denominatore: posizione immobile, classe energetica, stato dell’immobile, mercato immobiliare nella regione/città/quartiere.

Ad ogni modo, l’affitto studenti fuori sede gode di un regime fiscale agevolato rispetto all’affitto classico. Tale regime fiscale è contenuto nell’articolo 8 della legge 431 del 1998, a cui si rimanda.

Affittare casa a studenti rischi

Come già annunciato in precedenza, affittare il proprio appartamento a studenti universitari non è una passeggiata. Ci sono una serie di

affittare casa a studenti

i pro e i contro di affittare casa a studenti

ed insidie che bisogna mettere in calcolo. I più comuni sono:

  • Mancato pagamento delle bollette
  • Mancato pagamento della TARI
  • Danni gravi o semi gravi all’immobile dovuti all’incuria
  • Lamentele del vicinato

Guesthero

Affittare a studenti non è un lavoro facile, e richiede un importante investimento in termini di tempo, stress e a volte monetario. Inoltre ci sono molti aspetti burocratici da considerare prima di cedere in affitto transitorio il proprio immobile. Tra questi, ad esempio, figura il completamento del modello RLI e della certificazione APE per la classe energetica.

Leggi anche:  Affitti transitori Milano: tutto quello che c'è da sapere

E’ per questo che nasce Guesthero, il property manager al tuo servizio. Ci occuperemo di tutti gli aspetti relativi al tuo affitto studenti: gestiremo il rapporto con gli inquilini, pubblicheremo gli annunci sui portali, ci occuperemo delle pulizie a contratto terminato e sbroglieremo tutti i cavilli burocratici.

Cosa aspetti? Scegli Guesthero per la gestione del tuo affitto transitorio. Contattaci per saperne di più.