Affittare casa a dirigenti Roma - Guesthero

Affittare casa a dirigenti Roma: cosa c’è da sapere?  Perché affittare casa a dirigenti? Che tipo di contratto utilizzare? Se possiedi un immobile a Roma e stai pensando di affittarlo a medio termine, ecco una breve guida sugli step principali.

Affittare casa a dirigenti Roma

Roma è la capitale italiana, centro non solo politico, ma anche economico del Paese. Ogni anno la città è presa d’assalto da turisti provenienti da tutto il mondo, alla ricerca delle affascinanti attrazioni che la città offre. Ma Roma non è solo una meta turistica. Moltissime aziende di piccole e grandi dimensioni hanno sede a Roma, e di conseguenza spesso manager vengono trasferiti a Roma per periodi più o meno lunghi. I dirigenti di queste aziende possono essere trasferiti per prendere parte a corsi di formazione, oppure semplicemente per gestire una sede a Roma, in genere per periodi di circa un anno. Di conseguenza, se si possiede un immobile a Roma, decidere di affittare casa a dirigenti può essere una scelta molto proficua.

Perché affittare casa a dirigenti

Una volta chiarito che la domanda di affitti a dirigenti è elevata a Roma, andiamo a capire perché è vantaggioso per un proprietario affittare casa a dirigenti. Innanzitutto la durata del contratto di locazione. Come già anticipato, in genere la richiesta per questo tipo di appartamenti varia da almeno un mese fino a circa un anno. Questo genere di affitto a medio termine è molto vantaggioso per i proprietari, poiché li vincola di meno rispetto ai tradizionali contratti 4+4, e li espone anche meno al danneggiamento dell’appartamento, che può avvenire in caso di locazione turistica. Affittare casa a dirigenti, inoltre, significa affittarla a persone affidabili e responsabili. Questo, da parte del proprietario, è un grande vantaggio, poiché assicura certezza e puntualità nei pagamenti, e un buon mantenimento dell’immobile.

Leggi anche:  Affitto transitorio: vantaggi per proprietari e inquilini

Affittare casa a dirigenti Roma: contratto transitorio 

Se si decide di affittare casa a dirigenti, la formula contrattuale consigliata è il contratto di locazione ad uso transitorio. Questo contratto ha una durata che può variare da 1 a 18 mesi, ed è quindi perfetta per questo tipo di affitti. Si tratta di una via di mezzo tra i tradizionali contratti 4+4 e i contratti a scopo turistico, che hanno durata inferiore a 30 giorni. Dal punto di vista fiscale, inoltre, tramite il contratto transitorio, il proprietario può beneficiare della cedolare secca al 21%, invece di applicare l’Irpef, l’imposta di bollo e di registro. Per quanto riguarda il canone, Roma ricade tra quelle città “ad alta tensione abitativa”, per cui il canone è determinato da appositi accordi territoriali.

Property manager

Affittare casa non è un’attività banale. Sono diversi gli elementi da tenere costantemente in considerazione, soprattutto se si affitta a breve o a medio termine. In questi casi, infatti, il ricambio degli inquilini è continuo, e di conseguenza, dovranno essere ripetute spesso diverse azioni, come la creazione e pubblicazione di annunci, la selezione dell’inquilino e così via. Se affittare un immobile non è la tua attività principale, potresti non avere il tempo necessario da dedicargli, rischiando di far perdere valore alla tua proprietà. I property manager come Guesthero servono proprio a questo. Prendiamo noi in gestione il tuo immobile e ci occupiamo di tutto, dalla creazione dell’annuncio alla stipula del contratto. Contattaci subito se possiedi un immobile a Roma e vuoi affittarlo a breve o a medio termine!