Affittare a studenti e diritto all'alloggio: un'opportunità - Guesthero

In questo articolo vogliamo affrontare il discorso di affittare a studenti e diritto all’alloggio e di quanto questo tema rappresenti, di fatto, un’opportunità per i proprietari di casa. Inizieremo andando a dare uno sguardo a qualche numero.

Affittare a studenti e diritto all’alloggio: i numeri

Il dato di partenza da prendere in considerazione è certamente il numero di studenti iscritti all’Università. In tutta Italia, ci sono circa 1,7 milioni di studenti universitari, di cui soltanto 284 mila vivono già nella stessa città dove studiano. Invece, resta alto il numero dei fuorisede che ammonta a 570 mila, circa il 33,5% del totale. L’informazione che colpisce maggiormente e che a noi interessa esaminare, però, è sicuramente quella riguardante il numero di posti a disposizione negli studentati.

Gli studentati sono vere e proprie residenze universitarie, sia pubbliche che private, che offrono non solo un alloggio, ma anche servizi come mense e aule studio. Si parla di 48 mila posti disponibili all’interno degli studentati, ai quali si può accedere solo attraverso graduatorie, che tengono conto della fascia di reddito e del merito del singolo studente. Quindi solamente il 3% della popolazione studentesca riesce ad ottenere questo genere di alloggio. Questa è la ragione che spinge molti studenti (circa il 49,8%) a fare i pendolari, restando a vivere in casa con le proprie famiglie. E tutti gli altri? Naturalmente, cercheranno posti letto o stanze in affitto in appartamenti. Quindi i proprietari di immobili dovrebbero prendere seriamente in considerazione l’opportunità offerta da affittare a studenti e diritto all’alloggio.

Leggi anche:  Affitto casa studenti Coronavirus

Rappresentare affittare a studenti e diritto all'alloggioLe conseguenze di questi numeri

Queste informazioni ci rivelano che il diritto allo studio non può considerarsi pienamente soddisfatto se resta spesso slegato dal diritto all’alloggio. Quest’ultimo appare molto simile al diritto alla casa, sebbene circoscritto alla categoria degli studenti. L’assenza della certezza di trovare alloggio spinge molto spesso gli studenti a scelte obbligate, per ciò che concerne gli Atenei, e meno dispendiose anche in termini di tempo speso nella ricerca stessa. Per queste ragioni, contribuire ad ampliare l’offerta potrebbe essere un ottimo punto di partenza.

Affittare a studenti e diritto all’alloggio: le regioni interessate

Negli anni si è parlato di un vero e proprio esodo di studenti soprattutto dalle regioni del sud Italia verso il centro-nord. Una delle regioni maggiormente preferite dagli studenti risulta essere il Lazio. Qui si contano circa 243 mila studenti, di cui 80 mila fuorisede. Nel caso del Lazio, Roma rappresenta un vero polo attrattivo. La Lombardia conta, nella sola Milano, 200 mila universitari, di cui il 70% fuorisede. Esaminando i dati del Piemonte, con Torino in testa, si evince che il numero degli studenti universitari ammonta a 115.066, di cui circa 33 mila fuorisede. Infine, l’Emilia-Romagna conta quasi 90 mila iscritti, di cui il 43,2% fuorisede, con una maggiore predilezione per Bologna.

Anche solo prendendo in considerazione questa breve panoramica, possiamo affermare che affittare a studenti e diritto all’alloggio possano considerarsi elementi da prendere assolutamente in considerazione da parte di proprietari di immobili.

Affittare a studenti e diritto all’alloggio: le opportunità per i proprietari

Affittare a studenti e diritto all’alloggio è un tema e un’opportunità spesso sottovalutata dai proprietari di immobili. Ancora oggi, la domanda supera di gran lunga l’offerta, rivelando numeri inadeguati alle richieste. È chiaro che gli studenti cerchino innanzitutto posti in studentati universitari ma, come abbiamo visto, il numero di alloggi attualmente esistenti in tutto il territorio italiano appare estremamente basso. In questo modo, si genera un vero e proprio vuoto, in cui possono inserirsi i privati proprietari di appartamenti. Questi ultimi possono valutare di affittare il proprio immobile a studenti.

Leggi anche:  Comprare casa per affittarla a studenti: consigli

Potrebbe essere utile sapere che tra le richieste più diffuse tra gli studenti abbiamo stanze singole in appartamento (55%), stanze doppie in appartamento (20%) e monolocali (15%). La scelta ricade solitamente su appartamenti già arredati e ben serviti dai mezzi pubblici. La tipologia di contratto preferita è il contratto transitorio per studenti fuorisede.

Il settore immobiliare si conferma ancora una volta una buona opportunità di investimento.

Guesthero

Guesthero è una piattaforma che si occupa di property management e, nello specifico, di affitti a breve e medio termine. Se sei un proprietario di immobile in una delle città di Italia a più alta densità di studenti fuorisede e stai valutando di affittare il tuo appartamento, non esitare a contattarci. Siamo attualmente presenti a Roma, Milano, Bologna, Torino, Firenze, Padova, Venezia e Verona.